• parashanti108

QUALI CRITERI USI PER CAPIRE SE UN'ANIMA E' RISVEGLIATA O ILLUMINATA?



Qui di seguito riporto un post che ho pubblicato sul mio profilo Facebook che aiuta a riflettere sui criteri che usa in genere una persona per capire se un'anima è risvegliata o illuminata. Per acquisire ulteriore chiarezza ci sono diversi video nel canale YouTube a cui puoi accedere cliccando qui.


DEMOLISCI QUESTO BANALE MITO SPIRITUALE UNA VOLTA PER TUTTE


Nella finta spiritualità odierna c'è la credenza infantile, derivante dall’illusione della perfezione narcisistica formatasi durante la prima infanzia, che un'anima sia evoluta/risvegliata/molto consapevole, o addirittura abbia realizzato la propria vera natura divina, quanto più interagisce, anche nei social, con sorriso, parole dolci, atteggiamenti affettuosi e via dicendo. E non deve assolutamente essere duro, arrabbiarsi o dissentire.


Ovviamente tutto ciò è falso. E’ un ragionamento tipico della finta spiritualità New Age, che basa il suo superficiale approccio proprio su quanto descritto più sopra.


Uso il termine credenza “infantile” proprio perché fin da bambini nasce in noi quello che Freud chiamò “ideale dell’Io”, che allude a questa falsa idea di perfezione generata dalla mente. Nel bambino l’onnipotenza rappresenta una normale fase evolutiva: egli pensa di essere unico, speciale. Quando il bambino si rende conto di non essere in grado di corrispondere a tale modello di perfezione, tenta di riconquistarlo come ideale: “Ciò che egli proietta davanti a lui come ideale è il sostituto per il perduto narcisismo della sua infanzia in cui egli era il suo ideale”.


Questo è un errore estremamente grossolano, basato anche su aspettative ed etichette che derivano da abitudini mentali che tendono sempre ad incasellare ogni cosa. Tale per cui "Questo deve essere così. Quello deve essere colà".


Ecco che allora si replica il modello composto da perfezione utopistica + aspettative + etichette, in ogni tipo di rapporto. Con i genitori. Con gli amici. Con i colleghi. Con gli allenatori. Con i partner. Con Dio. Con chiunque. Persino con le autentiche guide spirituali.


Si, ci sono delle verità universali perfette che rimarranno sempre così come sono perché sono appunto verità universali. Ma quando si tratta di un'anima, il discorso è più ampio perché le sfumature che possono caratterizzare un’anima sono infinite. Ci sono infatti santi molto burberi, santi molto dolci. Santi che amano attorniarsi di molte persone, santi che amano rimanere nell'anonimato. Santi che sono schivi, santi che sono molto disponibili. E via dicendo. Lo so per esperienza diretta, perché ho avuto la Grazia di incontrarne più di qualcuno.


Altrimenti, dopo tutti questi millenni, ci sarebbero delle caratteristiche ben precise che accomunano chi realizza l’unione divina, ma appunto la anime non sono fatte in serie perché non siamo macchine, siamo esseri, siamo manifestazioni dell’ESSERE. E le sfumature dell'Essere sono appunto infinite.


Per cui alle volte serve il bastone, alle volte serve la carota, e questo vale in qualsiasi ambito: sport, scuola, lavoro, relazioni, ecc. Qualcuno predilige di più l'uno, qualcuno di più l'altro. In questo modo l'infinita coscienza estatica viene incontro alle esigenze di TUTTE le anime che sono alla ricerca di sé stesse, mettendo a disposizione ogni tipo di possibilità. Così ognuno di noi, in base al punto in cui si trova nel cammino, alle proprie tendenze mentali, al proprio karma, ecc., può trovare la guida a lui più affine essendoci bisogno tanto della grazia dello studente quanto della grazia dell’insegnante.


Se ci fosse solo un modo in cui un santo è e agisce, sarebbe ancora più difficile per un’anima qualsiasi poter godere del suo aiuto.


I parametri per valutare se un'anima sia evoluta/risvegliata/molto consapevole, o addirittura abbia realizzato la propria vera natura divina, sono ben altri! E no, non è possibile spiegare a qualcuno quali questi siano o fare una lista da tenere a portata di mano. Si imparano strada facendo, man mano che si evolve, fino a sentire con assoluta certezza chi hai di fronte appena incroci il suo sguardo, ascolti le sue parole o fai una semplice interazione (si, anche virtualmente, perché l’estasi divina trascende spazio e tempo, essendone la fonte).


Apri gli occhi e non lasciarti distrarre, o peggio ancora guidare, da chi è ancora schiavo della propria infanzia!


P.s. Trovi un altro articolo che aiuta a riflettere attorno a questo importante tema cliccando qui.



Per guardare tutti i VIDEO clicca qui: https://www.youtube.com/c/Parashanti


Per restare sempre aggiornato visita il mio profilo Facebook https://www.facebook.com/tommaso.parise.777


Se vuoi ricreare Pace ed Equilibrio in modo efficace e duraturo o se vuoi dare un'accelerata alla tua evoluzione fino a toccare con mano la Beatitudine, visita il sito www.parashanti.com e candidati ad un incontro conoscitivo gratuito di 30 minuti per verificare se possiamo cominciare a lavorare assieme.


Buona vita!

0 commenti