Ciao, mi chiamo Tommaso, sono nato in Italia e sono felice che mi hai trovato!

Sono laureato in Filosofia e ho avuto la fortuna di viaggiare molto, sia per lavoro che per piacere.

Siccome non ci conosciamo, farò un brevissimo riassunto del cosiddetto “percorso spirituale” che mi è stato concesso in maniera del tutto inaspettata.

Una sera del 2009, dopo anni di sofferenza interiore che mi avevano spinto fino al punto in cui volevo togliermi la vita, tutto è cambiato in un istante: all'improvviso un'estasi senza limiti mi ha travolto, concedendomi la Grazia di realizzare che tutto è Amore e Coscienza, che questa Coscienza è Dio stesso, e che noi tutti siamo questa coscienza e questo amore divino!

In seguito a quell'esplosione di puro amore ed estasi divina, che poi ho scoperto essere stata provocata dall'ascesa spontanea di Kuṇḍalinī, il mio corpo non riusciva più a reggersi in piedi. Sono corso a sdraiarmi sul letto e per circa un’ora è stato come se pura elettricità scorresse nel mio corpo, facendolo tremare senza sosta, con il cuore che andava a mille.

Ad un tratto ci fu la chiara sensazione che stavo per morire, ma ero perfettamente in pace, non c’era traccia di paura dopo quello che era appena successo. Mi sono detto che se quello fosse stato il mio momento, lo avrei accettato, ma mi sarebbe piaciuto poter ringraziare per la Grazia che mi era stata concessa. A quel punto le scosse di elettricità cominciarono ad esaurirsi gradualmente, e a distanza di quasi 10 anni mi è stato mostrato cosa fare concretamente per ringraziare.

Da quel giorno è rimasto solo Parashanti cioè un oceano di pace permanente, felicità, appagamento, che niente e nessuno può toglierci perché è ciò di cui siamo fatti.

È stato attraverso questa esperienza che ho iniziato a sentire il bisogno di meditare, anche se non sapevo cosa fosse in quel momento!

Meno di un mese dopo ho incontrato il mio primo maestro che mi ha iniziato alla stessa tecnica di meditazione che ora insegno, la quale mi ha aiutato a stabilizzare ed integrare ciò che mi era successo.

Nei successivi 10 anni ho viaggiato molto in India, Est Europa e Sud America, incontrando vari maestri, imparando e padroneggiando varie tecniche che ora devo mettere a disposizione del maggior numero di persone possibile.

Nel 2017 ho ricevuto la chiara istruzione di “dover aiutare le persone ad evolvere”, ma ero consapevole che prima avevo ancora bisogno di evolvere io stesso, sentivo che mancava un pezzo del puzzle.

A distanza di poche settimane, grazie anche al darshan di Amma, mi è stata concessa l’ennesima Grazia, la scoperta di uno strumento che fatalità aiuta proprio ad evolvere, Shaktipat, e il riposo permanente in ciò che viene chiamato in molti modi, tra cui stato naturale o stato di Presenza.

Tuttavia, al contrario di ciò che vogliono farti credere molti "maestri" oggigiorno, l'Illuminazione è molto di più. Non è e non può essere un'esperienza, una cosa, una conoscenza, un traguardo...

È l'Esistenza stessa: spontanea, naturale, meravigliosa, completa, senza inizio né fine, ma soprattutto piena di beatitudine estatica e allo stesso tempo di un silenzio immobile.

 

È semplicemente la natura di ogni cosa che esiste.

Cosa dicono le persone che hanno lavorato con me.