• parashanti108

L'IMPORTANZA DEL SILENZIO

Aggiornato il: mag 12




Molti secoli fa è vissuto un santo e poeta indiano chiamato Arunagirinathar.


Dopo aver realizzato il Sè, la sua vera natura fatta di pace e beatitudine sconfinate, essendo un poeta ha provato a comporre la sua esperienza in 51 versi.

In uno di questi, facendo un po’ di parafrasi, scriveva “Volevo andare a vedere Dio e mi sono sforzato così tanto che passo dopo passo mi sono avvicinato, gli sono arrivato appresso. Ad un certo punto mi sembrava di averlo visto e gli ho chiesto: Cosa devo fare per sperimentarti totalmente?” Dio rispose letteralmente: “Non parlare, rimani in Silenzio”


Se c’è una breve definizione che possiamo dare di Yoga (non asana) è proprio questa cioè calmare la mente, che è uno dei 3 pilastri fondamentali del mio percorso base "Trova il tuo Equilibrio interiore in 5 settimane".


Tuttavia non è così facile tenere la mente completamente calma, senza onde. Un po’ come una barca in mare. Per quanto il mare sia calmo, la barca sarà sempre leggermente mossa qua e là.


E difatti non è questo il punto. Non ci si deve sforzare a zittire, svuotare, combattere la mente. Viene riposta troppa enfasi nel tentare di fermarla, ucciderla, trascenderla.

Vuoi davvero fermarla?

HO LA SOLUZIONE PIU’ RAPIDA E PIU’ EFFICACE AL MONDO: buttati da un aereo senza paracadute. Una volta arrivato a terra, la tua mente, i tuoi problemi, il tuo ego non ti daranno più fastidio, te lo assicuro.


Nel caso non sentissi risuonare quella strada per qualche motivo sappi che c’è un’altra soluzione, un po’ meno rapida, ovvero decidere di lavorare su di te seriamente. Ogni giorno. In questo modo comincerai a fare luce, a fare pulizia, e ti accorgerai che c’è uno spazio tra ciò che TU sei e ciò che la tua mente è.

Immagina la differenza tra l’essere coinvolto nel traffico e guardare lo stesso traffico dall’alto seduto su una nuvola!

Come ha detto un'anima che ha svolto il percorso base, imprenditrice e madre di 2 bambini: “E’ come se avessi passato l’intera vita in apnea e ora avessi cominciato a respirare”

Se ti identifichi con qualcosa che non sei allora la tua mente non ti lascerà mai in pace, continuerà a correre senza darti tregua e non potrai farci niente. Passerai anche tu la vita in apnea.


Lavorando su di te con strumenti adeguati che agiscono a livello sottile non sarà più automatico identificarti con tutta l’accozzaglia di pensieri e sensazioni (spesso negativi e limitanti) che passano. Essendoci così uno spazio, sarai libero di notare più da vicino cosa sei e potrai usare pensieri e sensazioni come preferisci, dato che possono essere degli ottimi mezzi per realizzare ciò che desideri.


Se continui a fare indigestione (di pensieri), è bene cambiare modo di mangiare perché non puoi sperare di migliorare mangiando le stesse cose!

In questo caso un buon cibo è il Silenzio. Non si trova sugli scaffali, non si trova sui campi, non si trova ai seminari, non si trova nei diplomi dei corsi che hai svolto o che svolgerai, ma si trova dentro di te (e si sposterà persino fuori di te con il tempo e la pratica, ma diciamolo a bassa voce per il momento)



Per guardare tutti i VIDEO clicca qui: https://www.youtube.com/c/Parashanti


Per restare sempre aggiornato visita il mio profilo facebook https://www.facebook.com/tommaso.parise.777


Se vuoi ricreare Pace ed Equilibrio in modo efficace e duraturo o se vuoi dare un'accelerata alla tua evoluzione fino a toccare con mano la Beatitudine, visita il sito www.parashanti.com e candidati ad una sessione strategica gratuita di 30 minuti per verificare se possiamo cominciare a lavorare assieme.


Buona vita!

0 commenti